Chi può accedere:

Possono usufruire dei finanziamenti del Fondo Garanzia PMI 2021tutte le piccole e medie imprese italiane.

 

Infatti, a differenza delle misure previste all’at. 56 del DL Cura Italia e dalla moratoria straordinaria del Fondo di garanzia PMI del Decreto Liquidità, la nuova Legge di Bilancio prevede l’accesso ai prestiti garanti dallo Stato anche alle società:

 

 

  • di agenti che svolgono attività finanziaria;
  • di mediazione creditizia;
  • disciplinate dal TUB (Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia);
  • che svolgono attività di periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni (codice Ateco 66.21.00).

     

 

Le imprese che contano tra 250 dipendenti e 499 dipendenti (mid-cap), non possono più accedere al Fondo dal 1° marzo 2021 al 30 giugno 2021.

 

Le mid-cap, tuttavia, possono usufruire della garanzia SACE a partire dal 1° marzo 2021:

 

 

  • alle stesse condizioni agevolate del Fondo PMI;
  • con copertura al 90% del finanziamento;
  • per un importo massimo garantito di 5 milioni di euro;
  • per importo inferiore a 5 milioni di euro, in caso di capitale non rimborsato da eventuali finanziamenti già assistiti dalla garanzia del Fondo PMI.

     

 

Le imprese di assicurazione (per i crediti commerciali a breve termine) possono ottenere la copertura SACE al 90% sugli indennizzi da esposizioni e per i crediti maturati dal 19 maggio 2020 al 30 giugno 2021 (come già previsto dal DL Rilancio).